BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI LOTTO RICADENTE ALL'INTERNO DEL PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI SOVRACOMUNALE (P.I.P.S) DEL POLO INDUSTRIALE INTERCOMUNALE CALVATONE – TORNATA AREA RESIDUALE NEL COMUNE DI TORNATA
 Prot. n°160                                                                                                      

Calvatone, lì 11.11.2013

 

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI LOTTO RICADENTE ALL'INTERNO

DEL PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI SOVRACOMUNALE (P.I.P.S) DEL POLO INDUSTRIALE INTERCOMUNALE CALVATONE – TORNATA

AREA RESIDUALE NEL COMUNE DI TORNATA

 

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

 

Vista la Delibera di Giunta Comunale n°9 in data 01.06.2013, con la quale è stato approvato l’atto di indirizzo per l’assegnazione di un lotto nel Polo Industriale Intercomunale Calvatone Tornata, area edificabile residuale in Tornata, approvando il regolamento per l'assegnazione delle aree;

 

I   N   V   I   T   A

 

quanti fossero interessati all'acquisto del lotto  a presentare domanda all’Unione Lombarda dei Comuni di Calvatone e Tornata - settore sportello attività produttive – Via Umberto I° n°134 – 26030 CALVATONE, con le modalità di seguito indicate.

IL PREZZO DEL LOTTO È DETERMINATO IN € 22,00 (DICONSI EURO VENTIDUE/00) PER MQ;

Modalità per la presentazione delle domande

Possono presentare domanda di assegnazione delle aree Aziende industriali ed Artigianali.

La domanda redatta su apposito modulo disponibile presso il settore attività produttive dell'Unione Lombarda dei Comuni di Calvatone e Tornata o nel sito www.unionecalvatonetornata.cr.it dovrà essere indirizzata all’Unione Lombarda dei Comuni di Calvatone e Tornata - settore attività produttive – Via Umberto I° n°134 – 26030 Calvatone (CR) e dovrà pervenire entro le ore 12:00 del giorno 13 DICEMBRE 2013.

Sulla busta dovrà essere precisata la ragione sociale del richiedente e indicato "domanda di assegnazione lotto P.I.P.S. nel Polo Industriale Calvatone Tornata".

L’assegnazione verrà effettuata in base ad una graduatoria predisposta entro 30 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande, su proposta della commissione tecnica appositamente nominata.

La graduatoria con l'assegnazione finale dei lotti verrà ratificata con delibera di giunta dopo aver verificato la compatibilità dell'intervento e sarà comunicata agli assegnatari a mezzo lettera raccomandata, fissando i termini per la stipula del relativo atto di trasferimento (preliminare) che dovrà avvenire entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Per la documentazione da allegare alla domanda si fa riferimento ai contenuti dello schema di istanza allegato al presente bando.

Modalità di pagamento

il costo del lotto andrà pagato alla sottoscrizione del contratto di cessione, che dovrà essere stipulato entro e non oltre 60 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto preliminare, pena la perdita della caparra versata e l'impossibilità di procedere alla definitiva assegnazione dell'area che, conseguentemente, ritornerà nella libera disponibilità dell’Unione dei Comuni di Calvatone e Tornata.

Qualora, prima della conclusione del processo di compravendita come sopra delineato, si verificasse un grave impedimento fisico dell'interessato intendendosi per tale la morte, l'invalidità permanente o l'invalidità temporanea superiore al periodo entro il quale deve essere stipulata la compravendita o dovesse mutare la situazione societaria del soggetto assegnatario, gli aventi causa o diritto devono formalmente e tempestivamente comunicare all’Unione Lombarda dei Comuni di Calvatone e Tornata la conferma dell'interesse all'assegnazione e la nuova denominazione del soggetto subentrante, in assenza della quale l'assegnazione decade, si procede alla restituzione della caparra, previa trattenuta di un aliquota del 10% a titolo di rifusione delle spese da parte dell'amministrazione, solo nei casi di grave impedimento fisico dell'interessato (persona fisica). La restituzione della caparra sarà effettuata solo dopo la rassegnazione del lotto ad altri soggetti.

 

CONSISTENZA DELLE SUPERFICI INSISTENTI NEL P.I.P.

 

Il lotto da assegnare è così identificato:

 

Foglio   4   Mappale   390   Superficie catastale  1.255,00 mq.

 

Foglio   4   Mappale   576   Superficie catastale     493,00 mq.

 

Foglio   4   Mappale   577   Superficie catastale  1.122,00 mq.

 

Foglio   4   Mappale   578   Superficie catastale     190,00 mq.

 

                                           TOTALE LOTTO  3.060,00 mq.

 

CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

 

Ai fini della formazione della graduatoria ai vari richiedenti, che dimostrino con adeguata documentazione allegata alla domanda di averne titolo, verranno assegnati i seguenti punteggi:

a)      Azienda che chieda l’assegnazione di un’area per ampliare la propria attività già in essere nell’area P.I.P.S. – punti 6.

b)      Azienda con sede operativa sita in area con destinazione urbanistica non compatibile con le previsioni di p.r.g./p.g.t. o con l’effettiva situazione dei luoghi – punti 4.

c)      Azienda che presenta un programma di insediamento tale da creare nuovi posti di lavoro in aggiunta a quelli esistenti – punti 5.

d)     Azienda con sede operativa sita in area con potenzialità edificatoria esaurita – punti 5.

A parità di punteggio l’assegnazione è determinata in base alla data di presentazione della domanda, partendo da quella pervenuta prima.

 

SERVIZI
I lotti in vendita si intendono al netto delle strade, di parcheggi pubblici, del verde e verranno serviti di strade, illuminazione pubblica, acquedotto, gasdotto, fognature, linea telefonica ed elettrica.

 

EDIFICABILITÀ DEI LOTTI

L'edificazione dei lotti assegnati dovrà avvenire nella piena osservanza delle disposizioni di cui allo schema di convenzione urbanistica allegata. Qualora si tratti di ampliamento di lotti esistenti, si fa riferimento alla convenzione in essere.

Per quanto riguarda altezza e volumetria dei fabbricati si dovrà fare riferimento alle norme di attuazione del P.I.P.S.

 

OBBLIGHI DELL'ASSEGNATARIO

l'assegnatario si impegna a presentare il progetto ed a realizzare l'insediamento produttivo secondo quanto previsto dalla convenzione urbanistica.

 

LEASING
Gli assegnatari potranno chiedere l'intestazione a società di leasing con le quali stipuleranno un contratto di locazione finanziaria, alle condizioni previste dalla convenzione urbanistica.

 

 

 

 

 

 

 

NULLITÀ DEGLI ATTI

Gli atti compiuti in violazione delle norme e condizioni contenute nel presente bando e nella convenzione per l'assegnazione delle aree comprese nel P.I.P.S. sono nulle.

 

Eventuali ulteriori informazioni riguardo il procedimento di assegnazione delle aree potranno essere richieste dal Lunedì al Sabato dalle ore 09:30 alle ore 12:30 all'Ufficio Attività Produttive.
dell’Unione Lombarda dei Comuni di Calvatone e Tornata – Via Umberto I° n. 134 – Calvatone – tel 0375 97031 – fax 0375 97347 – e mail
unione.calvatonetornata@pec.regione.lombardia.it [3].

 

Allegati:

a)      Schema di domanda di assegnazione.

b)      Convenzione urbanistica.

c)      Planimetria dei lotti disponibili.

 

Calvatone, lì 11 novembre 2013

 

 

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Dott. Maurizio Scoma